Contenuto della pagina

Disaster recovery

I dati, le informazioni, le applicazioni e i servizi informatici che li gestiscono sono gli elementi essenziali per lo svolgimento dei compiti istituzionali di ogni Amministrazione. Per questo costituiscono un patrimonio pubblico di cui deve essere garantita la disponibilità. 

È in tale contesto che utilizziamo l’IT per la gestione dei dati e dei processi interni alla PA pianificando con accuratezza e tempestività iniziative di carattere tecnico e organizzativo, che siano necessarie alla salvaguardia dell'integrità, della riservatezza e della disponibilità delle informazioni. 

In quanto società di IT del Ministero dell'Economia e delle Finanze, adottiamo tutte le tutele possibili per i sistemi informativi gestiti. Lo facciamo non solo mediante l'attuazione di presidi di prevenzione dei rischi informatici e impiantistici, ma anche tramite l'adozione di architetture di Disaster recovery e di Continuità operativa.

Presso un sito remoto viene installata e resa disponibile un'infrastruttura di recovery dove le applicazioni, i dati, gli elaboratori e i sistemi di comunicazione vengono replicati e configurati. Questo permette di garantire un celere ripristino delle funzionalità IT e dei servizi informatici essenziali non solo per l'Amministrazione Finanziaria, ma anche per i professionisti e per i privati cittadini.

Le banche dati e le applicazioni nel sito di Disaster recovery sono mantenute in costante aggiornamento attraverso sistemi di replica online ad alta affidabilità, che garantiscono la totale congruenza con le banche dati presenti nel sito primario.

La struttura alternativa garantisce l'erogazione dei servizi critici anche in caso di prolungata indisponibilità delle strutture del sito primario , qualora si verifichino avvenimenti eccezionali e non prevedibili come calamità naturali o eventi dolosi.

Nei casi di servizi particolarmente critici, afferenti ad una singola Amministrazione, sono ospitati in una struttura di Disaster recovery ad essi interamente dedicata.

Tutte le scelte tecnico-organizzative in ambito Disaster recovery e Continuità operativa sono ispirate alle linee guida emanate dall'Agenzia per l'Italia Digitale, alla cui redazione abbiamo partecipato attivamente.