Contenuto della pagina

Anticorruzione e trasparenza

Siamo attenti nel diffondere e consolidare la cultura della trasparenza e dell'integrità. In virtù delle attività che svolgiamo e del ruolo che ricopriamo, siamo estremamente consapevoli dell'importanza di adottare un sistema di controllo della liceità e della correttezza nella conduzione delle attività aziendali. 

Per questo motivo abbiamo rafforzato la nostra cultura di governance, individuando le aree a maggior rischio corruzione e favorendo l'acquisizione di una sempre crescente consapevolezza da parte di dipendenti e collaboratori rispetto ai nostri ambiti di azione. Una consapevolezza che viene potenziata anche attraverso il costante adeguamento e aggiornamento dei presidi posti in essere. L’obiettivo è sempre quello di prevenire la commissione delle fattispecie di reato individuate dal Legislatore.

In linea con quanto previsto nel Piano Nazionale Anticorruzione dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), abbiamo adottato il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (PTPCT) adempiendo alle prescrizioni della L. 190/2012 - "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione", individuando così il grado di esposizione della società al rischio di corruzione e gli interventi organizzativi atti a prevenirlo.

Il PTPCT rappresenta uno strumento di diffusione e affermazione della cultura delle regole e di prevenzione dei fenomeni corruttivi, attuata attraverso l’applicazione delle misure previste dall’ANAC; tra queste, le misure di trasparenza favoriscono il controllo sulle attività di interesse pubblico, sull'utilizzo di risorse pubbliche e quindi sullo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Azienda.

Gli obblighi di pubblicità previsti dal D.Lgs. 33/2013, come modificato dal D.Lgs. 97/2016, per quanto applicabile al nostro contesto, sono descritti nel PTPCT. I dati e le informazioni sono esposti nella sezione "Società trasparente" del nostro sito istituzionale, secondo lo schema indicato dal decreto stesso.

Al fine di adempiere a tutti i dettami della L. 190/2012 e del D.Lgs. 33/2013 abbiamo nominato il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, deputato alla verifica della efficace attuazione del Piano e dell'assolvimento degli obblighi normativamente previsti.