Contenuto della pagina

Sogei audita al Senato sul PNRR

La Commissione Affari Costituzionali del Senato ha audito oggi, in videoconferenza, l’Amministratore Delegato Andrea Quacivi nell’ambito della Proposta di "Piano nazionale di ripresa e resilienza" (Doc. XXVII, n. 18).

Quacivi ha presentato l’Azienda fornendo un quadro ampio della governance, degli ambiti operativi, dei dati economici e organizzativi, dei progetti sviluppati per i Clienti e delle Piattaforme strategiche nazionali gestite.

La proiezione, in futuro, del nostro Piano Industriale – ha affermato l’AD - è rivolta ad un modello di servizio che si basa, sempre di più, sulla Citizen Experience e sulla Sustainability; andremo a concentrare i nostri sforzi, dal 2021 al rafforzamento dei nostri Clienti, con un'ottica ancora diversa. Noi, per i nostri Clienti, rappresentiamo la Platform di Execution per l'erogazione dei servizi verso Imprese, Cittadini e Professionisti. Transiteremo da ecosistemi digitali al Digital Government".

Nel corso del suo intervento Quacivi ha anche sottolineato come la trasformazione digitale debba essere sempre più rivolta allo sviluppo sostenibile, etico ed inclusivo.

Facendo riferimento al PNRR e, in particolare alla Missione 1 del Piano "Digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo", Quacivi ha esposto una serie di considerazioni in merito all’adozione di alcuni fattori abilitanti per la piena digitalizzazione della PA.

Tra questi risaltano la cultura e le competenze, intese come rinnovati modelli di leadership e lo sviluppo di percorsi professionali e manageriali. Nell'ambito della formazione, gli investimenti dovranno essere concentrati sulla formazione soft e parallelamente dovranno essere implementati gli investimenti ICT, valorizzando le piattaforme nazionali. Infine, è di fondamentale importanza la capacità della PA di attrarre giovani nuovi talenti, semplificando le procedure di procurement al fine di consentire acquisizioni più agevoli e tempestive.

L’audizione si è conclusa con una breve sessione di domande da parte di alcuni componenti della Commissione.

04 marzo 2021