Contenuto della pagina

Sogei e Ministero dell’Istruzione insieme per la verifica della Certificazione verde Covid-19 nelle scuole

E’ attivo, dal 13 settembre, sul sistema informativo del Ministero dell’Istruzione un nuovo servizio implementato da Sogei, frutto delle sinergie messe in campo anche con il Ministero della Salute.

Nello specifico, il servizio permette la verifica, da parte dei Dirigenti scolastici o dei propri delegati, del possesso del green pass da parte di tutto il personale in servizio durante la giornata, nel pieno rispetto delle norme vigenti in materia di privacy.

Con il decreto n° 111 del 6 agosto 2021 il Governo ha sancito l'obbligo del greenpass per il personale della scuola e per i trasporti a lunga percorrenza.

Sogei, in questa occasione, ha rafforzato operativamente il proprio ruolo istituzionale di partner della Pubblica Amministrazione Centrale, sfruttando, al meglio, le sinergie tra Ministero della Salute, titolare della piattaforma nazionale delle certificazioni verdi Covid-19, e il Ministero dell'Istruzione con cui è già attiva una Convenzione quadro.

Questa iniziativa, unitamente alla visione della nostra azienda, ha portato in tempi rapidissimi alla definizione di una proposta tecnica in linea con le indicazioni del Garante della privacy e alla successiva implementazione del servizio.

Attraverso questo servizio di verifica del green pass, ogni mattina, il Dirigente scolastico o un suo delegato effettua l'accesso sul sistema informativo del Ministero dell'Istruzione, che già utilizza quotidianamente per altre operazioni, attraverso le medesime credenziali già in suo possesso.

La nuova funzionalità implementata permette la verifica del possesso del green pass da parte di tutto il personale in servizio durante la giornata. Si può scegliere di effettuare un controllo puntuale nominativo, parziale a gruppi o massivo: con un semplice click la piattaforma nazionale green pass restituirà l'informazione di green pass valido o meno per ciascun dipendente. 

Dal risultato di questo screening, i Dirigenti scolastici possono approfondire i casi dei soggetti segnalati con un semaforo rosso, perché presumibilmente privi di green pass, ovvero in possesso di una certificazione verde scaduta. A nessun livello verranno salvati i risultati dell'interrogazione eseguita, che dovrà essere ripetuta per approfondimenti. 

Infine, gli stessi Dirigenti scolastici saranno sottoposti a verifica, attraverso lo stesso procedimento operativo, da parte dei Direttori degli Uffici scolastici regionali.

14 settembre 2021