Contenuto della pagina

Sogei al Digital Italy Summit 2020

La crisi innescata dall’arrivo del virus Covid-19 ha sensibilmente modificato molte abitudini del nostro Paese: abbiamo dovuto imparare nuovi metodi di comunicazione, implementare diverse modalità di lavoro, scoprire un’altra faccia della socializzazione. Sogei ha vissuto, e tuttora vive, la pandemia come un’opportunità per generare idee, progetti, strategie mirate all’innovazione della Pubblica Amministrazione, costretti dal fenomeno esterno ma cogliendo ogni opportunità che l’era digitale offre, con resilienza e antifragilità.

Questi i temi affrontati da Andrea Quacivi, Amministratore Delegato di Sogei, durante il suo intervento del 21 ottobre: “L’impatto dirompente e trasversale delle nuove tecnologie costituisce uno dei principali fattori abilitanti del percorso di innovazione e cambiamento della PA, a Sogei si riconoscono oltre 44 anni al servizio dell’Execution per soddisfare i bisogni dei nostri clienti e del nostro Paese . Abbiamo concentrato i nostri sforzi sul potenziamento del delivery, l’acquisizione di nuovi Clienti e soprattutto sulla politica assunzionale che prevede un forte investimento sui giovani; chiudiamo il 2020 con 200 nuovi talenti e puntiamo al raggiungimento di altre 300 professionalità nel prossimo triennio”.

In due delle tre giornate dedicate all’ evento, siamo stati invitati a portare un po' di #NoidiSogei e lo abbiamo fatto affrontando temi che abbracciano il mondo della cybersecurity, la rivoluzione della comunicazione pubblica e l’intera sfera dell’innovazione digitale. Punto centrale degli interventi è stato quello di trasferire agli utenti un messaggio insito nel DNA Sogei: reagire dinanzi alle difficoltà per continuare a creare valore, evolversi e adattarsi, ma pur sempre garantendo standard elevati per il Paese, la PA e i cittadini.

21 ottobre 2020