Informazioni classificate e dati tutelati

 

Siamo impegnati in uno dei settori strategici nazionali, abbiamo necessitÓ di gestire beni, servizi, informazioni e documenti classificati, la cui diffusione non controllata potrebbe recare danno non solo all'efficienza del Sistema Informativo del Ministero dell'Economia e delle Finanze, ma anche alla sicurezza e all'integritÓ dello Stato.

In tal senso siamo tenuti a proteggere le informazioni classificate in nostro possesso da rivelazioni non autorizzate, spionaggio e, in genere, da minacce contro la loro segretezza, riservatezza, integritÓ, disponibilitÓ e autenticitÓ e a preservare le aree e gli edifici all'interno dei quali vengono trattate tali informazioni da qualsiasi azione diretta o indiretta che possa arrecare danno e/o pregiudicarne la tutela.

Il Sistema per la Gestione delle Informazioni Classificate (SGIC), adottato, Ŕ un sistema informativo complesso, sia in termini organizzativi che tecnologici, strutturato in conformitÓ alla Lg. 124 del 2007 "Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica" e al  DPCM 6 novembre 2015, n. 5, concernente"Disposizioni per la tutela amministrativa del segreto di Stato e delle informazioni classificate e a diffusione esclusiva".

Riceviamo dall'AutoritÓ Giudiziaria e dai clienti istituzionali le richieste riguardanti il reperimento delle operazioni registrate negli archivi dei sistemi informativi gestiti per conto dei nostri clienti aventi carattere riservato e considerate come dati tutelati.

L'introduzione massiva della PEC nella gestione delle richieste dati tutelati ha portato grandi benefici nel processo generale in termini di sicurezza delle informazioni, di riduzione dei tempi di evasione della richiesta e di dematerializzazione dei documenti.