Dichiarazione precompilata

 
immagine rappresentante calcolatrice, monete, computer ecc quanto necessario per la compilazione della dichiarazione dei redditi

La dichiarazione precompilata costituisce un progetto altamente innovativo per la fiscalitÓ, nell'ambito del quale forniamo supporto all'Agenzia delle Entrate attraverso le proprie infrastrutture e con ambienti tecnologici appositamente progettati e realizzati.

La norma istitutiva di riferimento del progetto Ŕ il D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175 recante "Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata", uno dei primi decreti attuativi della delega fiscale, che ha introdotto, per la prima volta nel sistema fiscale italiano, la dichiarazione dei redditi precompilata.

Le dichiarazioni precompilate sono messe a disposizione dei cittadini, normalmente a partire dal 15 aprile di ogni anno (il 16 aprile nel 2018,il giorno 15 Ŕ domenica), con tutti i dati conosciuti al Fisco. La platea per il 2018 si rivolgerÓ a circa 20 milioni di cittadini con redditi da lavoro dipendente e a circa 10 milioni di cittadini che utilizzano il modello Redditi. Il contribuente pu˛ optare per l'uno o l'altro modello tramite una semplice funzione che li indirizza verso quello pi¨ adatto in base alle proprie caratteristiche.

"Sempre pi¨ informazioni- In crescita il numero di dati - pi¨ di 925 milioni - che ha viaggiato nei server dell'Agenzia, grazie al contributo del partner tecnologico Sogei. Sono 720 milioni i dati delle spese sanitarie sostenute dai cittadini e comunicati all'Agenzia da farmacie, studi medici, cliniche, ospedali, in crescita del 4,3% rispetto a quelli trasmessi nel 2017. In aumento anche il numero delle informazioni relative ai bonifici per ristrutturazioni edilizie, che raggiungono quest'anno quota 16 milioni (+1,5%). Inoltre, 95 milioni di dati riguardano i premi assicurativi (+1,6%), oltre 3,8 milioni i rimborsi di spese sanitarie (+20,3%), quasi 3,5 milioni le spese universitarie (+1,2%). L'incremento pi¨ elevato si registra con riferimento ai rimborsi di spese universitarie, oltre 55mila, che fanno registrare un +67,9% rispetto al 2017. Tra le new entry 2018, le rette per asili nido portano nella precompilata quasi mezzo milione di dati. Registrano un segno meno invece le certificazioni uniche di lavoratori dipendenti e autonomi che si attestano a quasi 59 milioni con un calo del 3,7% rispetto all'anno precedente a causa dello slittamento, previsto dalla legge di bilancio 2018, al 31 ottobre del termine di presentazione delle certificazioni contenenti solo dati che non sono utilizzati per l'elaborazione della dichiarazione precompilata."

Fonte: Comunicato stampa del 10 aprile 2018 dell'Agenzia delle Entrate(parziale).

Tra le novitÓ di quest' anno la precompilazione dei dati delle spese sostenute per la frequenza dei figli agli asili nido, dei relativi rimborsi e dei dati relativi al bonus nonchÚ delle erogazioni liberali effettuate a favore degli enti del terzo settore.

Il Sistema TS mette a disposizione i dati relativi alle spese sanitarie sostenute. Tali informazioni sono utilizzate ai fini delle precompilazione del corrispondente rigo della dichiarazione sulla base delle modalitÓ tecniche di utilizzo definite da provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate. Sempre sul Sistema TS viene resa disponibile per tutti i cittadini l'applicazione per l'opposizione del diniego al trasferimento dei singoli scontrini/ricevute all'Agenzia delle entrate per il 730 precompilato, secondo quanto concordato con il Garante Privacy.

Dal 2 maggio sarÓ possibile al contribuente accettare, modificare o integrare la propria dichiarazione e trasmetterla all'Agenzia delle Entrate. 

╚ possibile accedere al sito di assistenza e alla dichiarazione precompilata con smartphone e con tablet anche mediate il collegamento presente nell'app "AgenziaEntrate".