Monitoraggio spesa sanitaria

 
Immagine di tessere sanitarie

La Legge finanziaria 326/2003 ha istituito il Sistema nazionale per il monitoraggio della spesa sanitaria (Sistema TS) con l'obiettivo di controllare la correttezza della spesa in relazione alle componenti farmaceutica e specialistica a carico del Sistema Sanitario Nazionale (SSN). Titolare del progetto è la Ragioneria Generale dello Stato che ne ha affidato la realizzazione e la gestione a Sogei.

Il Sistema TS permette la tracciatura puntuale, standardizzata e tempestiva di tutte le fasi dell'iter prescrittivo delle ricette mediche farmaceutiche e di specialistica ambulatoriale, dalla fase di prescrizione da parte del medico alla fase finale di erogazione della prestazione da parte delle strutture pubbliche e private convenzionate con il SSN.

I servizi resi disponibili dal Sistema TS consentono:

 
  • l'invio a tutti gli assistiti della Tessera Sanitaria (TS) o della TS.CNS per gli assistiti delle Regioni o Province autonome che hanno adottato questo strumento, il quale  contiene in un unico supporto il codice fiscale dell'assistito e la Tessera Europea di Assistenza per Malattia (TEAM) valida per l'assistenza sanitaria in tutti i Paesi dello spazio economico europeo
  • l'invio telematico dei dati delle ricette da parte delle strutture sanitarie accreditate nonché da parte dei medici prescrittori (ricetta elettronica e dematerializzata), attraverso una infrastruttura di rete sicura
  • l'esecuzione del controllo delle esenzioni da reddito
  • l'invio telematico all'INPS dei certificati di malattia dei lavoratori pubblici e privati
  • il potenziamento del monitoraggio della spesa pubblica sanitaria e iniziative per la realizzazione di misure di appropriatezza delle prescrizioni attraverso sofisticate e tempestive analisi dei dati raccolti
  • l'inoltro periodico alle Regioni degli schemi di liquidazione provvisoria dei rimborsi dovuti alle strutture di erogazione di servizi sanitari
  • l'interconnessione alle aziende sanitarie locali di ciascuna Regione per la verifica e il riscontro dei dati occorrenti alla periodica liquidazione definitiva delle somme spettanti alle strutture di erogazione di servizi sanitari.
 

Il Sistema nazionale per il monitoraggio della spesa sanitaria è un sistema in continua evoluzione che prevede il completamento di attività di potenziamento dei servizi messi a disposizione, tra i quali la ricetta dematerializzata, in estensione a tutto il territorio nazionale, l'Anagrafe Nazionale degli Assistiti (ANA) e l'acquisizione dei dati di spesa sanitaria ai fini della dichiarazione dei redditi precompilata.

 
 
 

Ricetta dematerializzata

 
Immagine di capsule medicinali

La diffusione della ricetta dematerializzata consente l'eliminazione dell'intero iter della ricetta cartacea: dalla fase di prescrizione del medico, all'erogazione della prestazione, al successivo controllo e rendicontazione della spesa sanitaria.

In tale ambito rientrano le attività di evoluzione del software realizzato per l'acquisizione e l'elaborazione dei dati delle prescrizioni attraverso il collegamento in rete dei medici. La completa attuazione del sistema della ricetta dematerializzata consentirà:

 
  • il potenziamento ulteriore della qualità e tempestività dei controlli per il monitoraggio della spesa sanitaria e la verifica dell'appropriatezza prescrittiva
  • la semplificazione dei processi di gestione della documentazione cartacea da parte delle ASL, dei medici e delle strutture erogatrici sanitarie pubbliche e private convenzionate
  • la diminuzione di errori, duplicazioni, eventuali  truffe e falsificazioni
  • la semplificazione per il cittadino dell'accesso alle prestazioni
 

Anagrafe Nazionale degli Assistiti (ANA)

 
Immagine stilizzata di un gruppo di persone metafora di anagrafe

Con l'evoluzione dell'Anagrafe Nazionale degli Assistiti (ANA) attraverso il collegamento con l'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) e il progressivo subentro alle anagrafi delle Regioni/ASL, il Sistema TS potrà essere funzionale alla circolarità delle informazioni del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) e fornire servizi per consolidare le fasi di identificazione univoca di ogni assistito del SSN e di allineamento certo dei dati degli elenchi degli assistiti delle ASL/Regioni.

 
 

Dati di spesa sanitaria a supporto della dichiarazione dei redditi precompilata

 
immagine rappresentante una cartella piena di ricette del servizio sanitario nazionale

Nell'ambito della precompilazione dei dati della dichiarazione dei redditi è prassi che alcune delle spese sanitarie detraibili siano messe a disposizione dell'Agenzia delle Entrate tramite il Sistema di monitoraggio della spesa sanitaria.

Dal 2016, tra le voci del quadro E - "Oneri deducibili" del Modello 730, sono riportati i dati raccolti dal sistema.

Ciò comporta che, oltre ai dati di spesa relativi alla quota fissa per ricetta e alla compartecipazione al SSN, il Sistema TS acquisisce le spese sanitarie sostenute dai cittadini deducibili ai fini Irpef, attestate dagli scontrini della farmacia, dalle fatture delle visite specialistiche, nonché da tutte le ricevute fiscali emesse dai professionisti sanitari.

 
 

Esenzioni sanitarie per reddito

 
immagine di un numero codice esenzione e della tessera sanitaria

Le esenzioni da reddito consentono al cittadino di ottenere l'esonero totale o parziale dal pagamento dei ticket, cioè gli importi che vengono richiesti dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) o Regionale (SSR) a titolo di compartecipazione alla spesa sanitaria.

Annualmente il Sistema TS rende disponibile l'elenco degli assistiti a cui è stato riconosciuto il diritto all'esenzione per motivi di reddito, sulla base delle informazioni in possesso dell'Agenzia delle Entrate e dell'INPS.

Gli assistiti possono verificare la presenza del proprio nominativo nell'elenco, recandosi presso l'Azienda Sanitaria di assistenza, presso il proprio Medico di Medicina Generale, o autonomamente, accedendo alla funzione telematica dedicata al cittadino (solo per i residenti nelle Regioni che hanno effettuato esplicita richiesta al Sistema TS).

Gli assistiti, che pur avendone diritto non risultassero presenti nell'elenco degli esenti, possono procedere al rilascio di un'autocertificazione.

 
 

Certificati di malattia

 

La certificazione telematica della malattia semplifica il processo di gestione dei certificati medici facendo venir meno gli oneri di trasmissione da parte dei cittadini e riduce i costi di gestione dei certificati medici per le amministrazioni competenti.

Il servizio di trasmissione telematica dei dati dei certificati di malattia consente l'invio, da parte dei medici del SSN, all'INPS e, per il suo tramite, ai rispettivi datori di lavoro ovvero all'INPDAP, dei certificati attestanti l'assenza per malattia per i lavoratori sia del settore privato sia del settore pubblico.

Le strutture sanitarie abilitate possono inviare le comunicazioni di inizio ricovero e i relativi certificati di malattia in sede di dimissione.

 
 

Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE)

 
immagine di una cartella clinica

Il Fascicolo Sanitario Elettronico costituisce la raccolta on line di dati e informazioni sanitarie che costituiscono la storia clinica e di salute di una persona.

Le modifiche normative intercorse nell'ambito della Legge di Bilancio del 2017 (Legge 11 dicembre 2016, n. 232 pubblicata nella GU n. 297 del 21 dicembre 2016) hanno introdotto, per semplificare ed accelerare l'interoperabilità dei sistemi regionali di FSE, l'Infrastruttura Nazionale per l'Interoperabilità (INI), la cui progettazione è a cura dell'Agenzia per l'Italia Digitale, in accordo con il Ministero della Salute e il Ministero dell'Economia e delle Finanze e con le regioni e le province autonome, e la cui realizzazione è curata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

In tale contesto è stata realizzata l'infrastruttura nazionale per la gestione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) che, secondo quanto disposto dalla Legge di Bilancio 2017, prevede:

 
  • l'interoperabilità del FSE e dei dossier farmaceutici regionali; 
  • l'identificazione dell'assistito;
  • i servizi di sussidiarietà alle Regioni che non hanno ancora realizzato il proprio FSE; 
  • la messa a disposizione dei dati del sistema TS, quali le ricette elettroniche e le esenzioni da reddito;
  • la gestione centralizzata del "consenso", attraverso la costituzione di un archivio dei consensi al livello nazionale come unico punto di registrazione e di verifica dei consensi rilasciati dagli assistiti.