Finanza pubblica

 

Cos'è

La finanza pubblica comprende tutte quelle attività con cui Stato, Regioni ed enti locali reperiscono i fondi necessari per sostenere le spese per l'erogazione dei servizi destinati alla collettività come sanità, scuola, trasporti, pensioni, contributi, comprendendo anche la gestione del debito pubblico.

I mezzi finanziari possono derivare dai proventi conseguiti dalla gestione del patrimonio statale (locazione beni demaniali, cessione di beni patrimoniali) o dalle entrate tributarie.

Cosa facciamo

I sistemi che abbiamo realizzato per la governance della finanza pubblica hanno l'obiettivo di supportare il monitoraggio degli effetti finanziari delle misure previste dalla manovra di bilancio e dei principali provvedimenti adottati in corso d'anno, nonché di essere d'ausilio alle attività di controllo e consolidamento dei conti pubblici.

Finanza statale

Abbiamo sviluppato competenze a supporto delle attività istituzionali della Corte dei conti.

In ambito finanza statale contribuisce al controllo di legittimità sugli atti e di gestione sul Bilancio dello Stato e alla predisposizione degli atti dovuti dalla Corte dei conti al Parlamento come la relazione sul Rendiconto Generale dello Stato o su materie previste normativamente come la verifica della copertura delle leggi di spesa; inoltre fornisce supporto alle fasi di audizione della Corte dei conti su tematiche di rilievo quali le politiche pubbliche economiche, la spending review e gli andamenti delle entrate tributarie erariali.
 
In ambito Finanza Statale attraverso il sistema "SICR" (Sistema Informativo Controllo e Referti) la Corte dei conti effettua il controllo preventivo di legittimità sugli atti della Pubblica Amministrazione, il controllo successivo sulla gestione del bilancio dello Stato e la produzione di relazioni e audizioni sull'andamento della finanza pubblica al Parlamento.

Gestione del debito pubblico

La Direzione II del Dipartimento del Tesoro ha tra i suoi compiti istituzionali la gestione del debito pubblico interno ed estero, l'analisi dei problemi inerenti la gestione complessiva del debito e il funzionamento dei mercati finanziari (primario e secondario), il tutto con l'obiettivo permanente di contenimento del debito, di controllo e di riduzione dei rischi.

Più in particolare, il processo di emissione e gestione del Debito Pubblico ha lo scopo di governare le passività dello Stato, a livello centrale e locale, e di gestire la raccolta di capitale per far fronte al fabbisogno, attraverso:

  • la previsione e il monitoraggio del debito;
  • l'emissione degli strumenti finanziari;
  • la gestione delle operazioni ad essi connesse.
 

In relazione al processo di emissione e gestione del Debito Pubblico, supportiamo il Dipartimento del Tesoro fornendo soluzioni tecniche e applicative per l'operatività degli uffici.

La Direzione II del DT assolve i propri compiti istituzionali tramite l'utilizzo del sistema GEDI (GEstione del Debito Italiano), che rappresenta la piattaforma applicativa unica a supporto dell'intero processo di emissione e gestione del Debito Pubblico dello Stato, fornendo dati utili all'operatività attraverso strumenti ottimizzati per l'analisi, la previsione, l'emissione e la gestione del debito stesso.

Il sistema è stato disegnato su un processo integrato ed utilizza una piattaforma di mercato certificata.

Rapporti con l'Unione Europea

Per l'Ispettorato Generale Rapporti con l'Unione Europea (IGRUE) Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato (RGS), abbiamo realizzato il sistema informativo che supporta la maggior parte dei processi amministrativi di competenza dell'Ispettorato, attraverso una molteplicità di applicazioni caratterizzate da un alto livello di integrazione.

Le attività supportate riguardano, in particolare, la programmazione finanziaria, che prevede la partecipazione alla definizione del bilancio comunitario, la gestione dei flussi finanziari tra Italia e UE, al fine di poterne meglio ponderare gli effetti sulla finanza pubblica, e le attività di monitoraggio e controllo necessarie ad assicurare la raccolta delle informazioni relative all'avanzamento dei progetti e programmi finanziati dai fondi strutturali europei.

Il sistema informativo è utilizzato su tutto il territorio nazionale e si interfaccia con il sistema comunitario e i sistemi locali delle autorità nazionali coinvolte nel processo di programmazione comunitaria.

L'intero processo informatico si avvale di funzioni di firma digitale, di avanzati sistemi di cruscottistica, di App e funzioni di file sharing. Inoltre il sistema informativo colloquia, per il tramite di servizi web, con le anagrafiche centralizzate di enti nazionali e con sistemi di altre organizzazioni, tra cui Banca e Unione Europea.

Particolare è la gestione del sistema dei pagamenti che è stato realizzato con un sistema ERP (Enterprise Resource Planning) di rilevanza internazionale, utilizzando un'architettura innovativa per la pubblica amministrazione.

Finanza locale

In area finanza locale la nostra azione è quella di supportare la Corte dei conti negli adempimenti contabili e amministrativi con riferimento al monitoraggio e la relazione al Parlamento e ai Consigli Regionali sugli andamenti complessivi di finanza ed economia di Comuni, Province, Comunità montane, Regioni e Province Autonome in funzione ai vincoli di bilancio interni e alla normativa  derivante dall'appartenenza dell'Italia all'Unione Europea.

In ambito Finanza Locale e territoriale attraverso i sistemi: "SIRTEL"(Sistema Informativo Rendicontazione Telematica Enti Locali),"SIQuEL" (Sistema Informativo Questionari Enti Locali) e "COnTE" (Contabilità Territoriale), sosteniamo  la Corte dei conti negli adempimenti che derivano dal ruolo istituzionale della stessa, con particolare riferimento al "procedimento istruttorio" relativo ai vari adempimenti contabili/amministrativi in ambito Autonomie Locali e al monitoraggio dell'andamento della Finanza Pubblica, con l'obiettivo di relazionare al Parlamento e ai Consigli Regionali sia sui  trend economico/finanziari di Comuni, Province, Comunità montane, Regioni e Province autonome, sia sul rispetto dei vincoli derivanti dall'appartenenza all'Unione Europea.

Controllo e monitoraggio

La Corte dei conti effettua il controllo contabile sugli enti di natura pubblica o privata ai sensi della legge n. 259/1958 attraverso il "SICE" (Sistema Informativo Controllo Enti).

Il monitoraggio e l'analisi delle varie componenti economiche viene effettuato tramite il sistema di business intelligence "ConosCo" (Sistema Conoscitivo della Corte dei conti), costituito da un data warehouse e diversi data mart tematici  che rendono disponibili  funzionalità di analisi e monitoraggio della spesa e delle entrate, oltre a report ed indicatori sintetici sui dati provenienti dai sistemi gestionali delle Amministrazioni Centrali dello Stato, Enti Locali ed Enti Pubblici.

Attività di supporto

Forniamo inoltre supporto alla Corte dei conti in merito alle attività gestionali degli uffici di Procura e Giurisdizione attraverso SISP (Sistema Integrato Sezioni e Procure), che consente la gestione digitale relativa all'iter completo dei procedimenti giudiziari.