Quadro normativo

 

La nostra attività si colloca in un complesso e articolato quadro normativo che regola i rapporti tra Ministero dell'Economia e delle Finanze, intermediari e cittadini.

L'insieme di norme e disposizioni che definisce gli obiettivi operativi dell'Amministrazione economica e finanziaria ha forti impatti sull'evoluzione tecnologica dei sistemi informativi e sui servizi che Sogei è chiamata ad assicurare.

I principali provvedimenti normativi di nostro interesse sono:

 

Normativa dal 1976 al 1986

Decreto legge 30 gennaio 1976, n. 8, recante "Norme per l'attuazione del sistema informativo del Ministero delle finanze e per il funzionamento dell'anagrafe tributaria" (G.U. 2 febbraio 1976, n. 29), convertito con modificazioni in legge 27 marzo 1976, n. 60, recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 30 gennaio 1976, n. 8, recante norme per l'attuazione del sistema informativo del Ministero delle finanze e per il funzionamento dell'anagrafe tributaria" (G.U. n.84, 31 marzo 1976), e successive modificazioni ed integrazioni, con la quale:

− il MEF è stato autorizzato ad affidare ad una società specializzata, costituita con prevalente partecipazione statale anche indiretta, la realizzazione e la conduzione tecnica del sistema informativo per il funzionamento dell'anagrafe tributaria per il periodo di tempo occorrente alla completa funzionalità del sistema stesso, e comunque per una durata non superiore a cinque anni, in base al quale l'allora Ministero delle finanze ha affidato alla SOGEI, con apposita convenzione, la realizzazione e la conduzione tecnica del sistema informativo per il funzionamento dell'Anagrafe Tributaria; 

− è stata istituita una Commissione di parlamentari con il compito specifico della vigilanza sull'Anagrafe Tributaria.

Legge 24 aprile 1980, n. 146, recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 1980)" (G.U. n.115, 28 aprile 1980), con la quale sono stati istituiti i Centri di Servizio e sono state stabilite le competenze e le attribuzioni dei Centri suddetti.

Legge 6 agosto 1981, n. 433, recante "Autorizzazione alla proroga della convenzione stipulata ai sensi dell'articolo 3 del decreto legge 30 gennaio 1976, n. 8, convertito, con modificazioni, nella legge 27 marzo 1976, n. 60, per l'attuazione del sistema informativo del Ministero delle finanze" (G.U. n.217, 8 agosto 1981), con la quale il Ministero delle finanze è stato autorizzato a prorogare, in conformità alle esigenze del sistema informativo, l'incarico di realizzazione e conduzione tecnica del sistema informativo per il funzionamento dell'anagrafe tributaria, comprese elaborazioni statistiche e analisi fiscali secondo le direttive del Ministero delle Finanze.

Normativa dal 1987 al 1997

Legge 30 dicembre 1991, n. 413, recante "Disposizioni per ampliare le basi imponibili, per razionalizzare, facilitare e potenziare l'attività di accertamento; disposizioni per la rivalutazione obbligatoria dei beni immobili delle imprese, nonché per riformare il contenzioso e per la definizione agevolata dei rapporti tributari pendenti; delega al Presidente della Repubblica per la concessione di amnistia per reati tributari; istituzioni dei centri di assistenza fiscale e del conto fiscale" 
(G.U. 31 dicembre 1991, n.305, S.O.), e decreto del Ministro delle Finanze del 13 aprile 1992, n. 864, con il quale, ai sensi dell'articolo 22, comma 4, della legge, è stato affidato in concessione alla SOGEI, l'incarico di provvedere allo sviluppo e alla integrazione delle strutture informatiche centrali e periferiche del Ministero delle Finanze, ivi compresa la Guardia di Finanza, alle relative attività di conduzione tecnica e di manutenzione, nonché al tempestivo adeguamento del sistema informativo, all'organizzazione della stessa amministrazione, all'evoluzione della normativa, al funzionamento ed all'esercizio del sistema informativo e alla erogazione dei servizi telematici alle altre Pubbliche Amministrazioni, agli Enti, alle imprese, agli operatori economici ed ai cittadini, con il contestuale trasferimento di funzioni da svolgere in sostituzione dell'Amministrazione.

Decreto Legislativo 17 novembre 1997, n. 414, "Attività informatiche dell'Amministrazione statale in materia finanziaria e contabile" (G.U. 3 dicembre 1997, n. 282), il quale, nel demandare ad apposito decreto ministeriale l'individuazione delle specifiche attività informatiche da riservare allo Stato, ne ha previsto lo svolgimento mediante una struttura societaria la cui partecipazione azionaria fosse interamente posseduta, anche indirettamente, dal MEF.

Normativa dal 1998 al 2008

Articolo 59 del Decreto Legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante "Riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'articolo 11 della Legge 15 marzo 1997, n. 59" (G.U. 30 agosto 1999, n.203, S.O.), con il quale l'allora Dipartimento per le Politiche Fiscali del MEF è stato autorizzato a promuovere la costituzione o a partecipare a società che, secondo le disposizioni del codice civile, abbiano ad oggetto la prestazione di servizi strumentali all'esercizio delle funzioni pubbliche ad esso attribuite, purché la maggioranza delle azioni ordinarie delle predette società venga detenuta dallo stesso Dipartimento. 

Decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, recante "Disposizioni urgenti per favorire lo sviluppo e per la correzione dell'andamento dei conti pubblici", (G.U. 2 ottobre 2003, n.229, S.O.), convertito, con modificazioni, in legge 24 novembre 2003, n. 326 (G.U. 25 novembre 2003, n.274, S.O.), e successive modificazioni e integrazioni, il quale all'articolo 50, recante "Disposizioni in materia di monitoraggio della spesa nel settore sanitario e di appropriatezza delle prescrizioni sanitarie", istituisce la tessera sanitaria sostitutiva del tesserino di codice fiscale e prevede l'istituzione di un sistema di monitoraggio della spesa pubblica nel settore sanitario.convertito, con modificazioni, in legge 24 novembre 2003, n. 326, e successive modificazioni e integrazioni.

Decreto del Ministero dell'interno 9 gennaio 2008, recante "Individuazione delle infrastrutture critiche informatiche di interesse nazionale" (G.U. 30 aprile 2008, n. 101).

Decreto legge 25 giugno 2008, n. 112,recante "Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica ela perequazione Tributaria (Finanziaria Triennale)", (G.U. 25 giugno 2008, n.147 - S.O.), convertito con modificazioni in legge 6 agosto 2008, n. 133 (in G.U. 21 agosto 2008, n.195, S.O.) e successive modificazioni e integrazioni, con il quale, all'articolo 83, comma 15, viene stabilito che i diritti dell'azionista per la Sogei, quale Società di gestione del sistema informativo dell'amministrazione finanziaria ai sensi dell'articolo 22, comma 4, della legge 30 dicembre 1991, n. 413, sono esercitati dal Dipartimento del tesoro ai sensi dell'articolo 6, comma 7, del decreto del Presidente della Repubblica 30 gennaio 2008, n. 43 "Regolamento di riorganizzazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze, a norma dell'articolo 1, comma 404, della legge 27 dicembre 2006, n. 296" (G.U. n.66, 18 marzo 2008).

Normativa dal 2009 al 2014

Decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, recante "Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini", (G.U. del 6 luglio 2012, n.156, S.O.), convertito con modificazioni in legge 7 agosto 2012 , n. 135 (G.U. n.189, 14 agosto 2012), con il quale:

− all'art. 4, comma 3-bis, viene stabilito che le attività informatiche riservate allo Stato ai sensi del decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 414, e successivi provvedimenti di attuazione, nonché le attività di sviluppo e gestione dei sistemi informatici delle amministrazioni pubbliche, già svolte dalla Consip S.p.A. ai sensi di legge e di statuto, sono state trasferite, mediante operazione di scissione, alla Sogei S.p.A., per lo svolgimento di tali attività attraverso una specifica divisione interna garantendo la prosecuzione delle stesse secondo il precedente modello di relazione con il Ministero ed è stata sancita l'immediata riferibilità alla SOGEI, all'acquisto dell'efficacia della suddetta operazione di scissione, delle disposizioni normative che affidano a Consip S.p.A. le attività oggetto di trasferimento; 

− all'art. 4, comma 3-ter, viene stabilito che, fermo restando lo svolgimento da parte della Consip S.p.A. delle attività ad essa affidate con provvedimenti normativi e lo svolgimento delle attività ad essa affidate con provvedimenti amministrativi del Ministero dell'economia e delle finanze, le attività di realizzazione del Programma di razionalizzazione degli acquisti, di centrale di committenza e di e-procurement, continuano ad essere svolte da parte della Consip S.p.A., prevedendo che Sogei, sulla base di apposita convenzione disciplinante i relativi rapporti nonché i tempi e le modalità di realizzazione delle attività, si avvalga della Consip S.p.A, nella sua qualità di centrale di committenza, per le acquisizioni di beni e servizi; 

− all'art. 23-quinques, commi 7 e 8, vengono sancite la nomina e la composizione del Consiglio di Amministrazione, tenendo anche conto della natura in house della Società.

Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179,recante "Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese", (G.U. 19 ottobre 2012, n.245, S.O.), convertito con modificazioni in legge 17 dicembre 2012, n. 221, con il quale, all'art. 2, sostituendo l'articolo 62 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 85 (recante il "Codice dell'Amministrazione Digitale"), e successive modificazioni e integrazioni, è stata istituita l'Anagrafe nazionale della popolazione residente - ANPR, quale base dati di interesse nazionale che subentra all'indice nazionale delle anagrafi (INA) e all'anagrafe della popolazione italiana residente all'estero (AIRE), anche in relazione a tali basi dati tenute dai Comuni, dando luogo alla realizzazione di un insieme unitario, in base ad un piano graduale oggetto di uno o più decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri. 

Legge 24 dicembre 2012, n. 228, recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013)", (G.U. 29 dicembre 2012, n.302, S.O.), con la quale all'articolo 1, comma 306, viene stabilito che per la progettazione, implementazione e gestione dell'Anagrafe nazionale della popolazione residente - ANPR, il Ministero dell'interno si avvale della società di cui all'articolo 83, comma 15, del D.L. n. 112/2008, sopra richiamato, e quindi della SOGEI.

Decreto del Presidente del Consiglio deiMinistri del 24 gennaio 2013: "Direttiva recante indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica nazionale" (G.U. n.66, 19 marzo 2013).indirizzi per la protezione cibernetica e lasicurezza informatica nazionale.

Legge 9 agosto 2013, n. 98, che converte con modificazioni il Decreto Legge 21 giugno 2013, n. 69, recante "Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia che riguardano, tra l'altro, la governance dell'Agenda Digitale Italiana, il Sistema Pubblico per la gestione dell'Identità Digitale di cittadini e imprese (SPID) e le misure per favorire la diffusione del domicilio digitale e la realizzazione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE)" (G.U. n.144, 21 giugno 2013, n. 50, S.O.).

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 agosto 2013 n. 109, "Regolamento recante disposizioni per la prima attuazione dell'articolo 62 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, come modificato dall'articolo 2, comma 1, del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, che istituisce l'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)" (G.U. n.230, 1 ottobre 2013).

Legge 11 marzo 2014, n. 23, recante "Delega al Governo recante disposizioni per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita" e decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, recante "Disposizioni in materia di semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata" (G.U. n.277, 28 novembre 2014) per il cui adempimento la Società svolge in ruolo di partner tecnologico dell'Agenzia delle entrate per la predisposizione dell'infrastruttura informatica strumentale al progetto.

Comunicato ISTAT 10 settembre 2014, recante "Elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato, individuate ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 31 dicembre 2009, n. 196 e ss.mm. (Legge di contabilità e di finanza pubblica)", nel quale sono indicate le amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato con elenco compilato sulla base di norme classificatorie e definitorie proprie del sistema statistico nazionale e comunitario (Regolamento UE n. 549/2013 sul Sistema Europeo dei Conti Nazionali e Regionali nell'Unione Europea - SEC2010), secondo criteri di classificazione di natura statistico-economica.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 novembre 2014, n. 194, "Regolamento recante modalità di attuazione e di funzionamento dell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) e di definizione del piano per il graduale subentro dell'ANPR alle anagrafi della popolazione residente" (G.U. n.5, 8 gennaio 2015). 

Legge 23 dicembre 2014, n. 190, recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2015)" (G.U. 29 dicembre 2014, n.300, S.O.), la quale, all'art. 1, comma 297, al fine di garantire efficienza operativa, razionalizzazione nell'utilizzo delle risorse e riduzione dei costi di funzionamento, nonché di realizzare i progetti di innovazione tecnologica previsti anche nell'ambito dell'Agenda digitale italiana e rafforzare il supporto all'Amministrazione economico-finanziaria nelle azioni di contrasto all'evasione fiscale è modificato il citato art. 4, comma 3-bis del D.L. n. 95/2012, ed è autorizzata la stipula, con il Dipartimento dell'amministrazione generale, del personale e dei servizi del Ministero dell'economia e delle finanze, unitariamente per il Ministero, ivi incluso il Sistema informativo della fiscalità, di un apposito accordo quadro non normativo, in cui, sulla base del modello relazionale definito dal Ministero che tenga conto delle specificità organizzative e operative dei singoli Dipartimenti dell'Amministrazione economico-finanziaria e delle Agenzie fiscali, è disciplinato lo svolgimento delle correlate attività di progettazione tecnica, sviluppo e conduzione degli obiettivi di controllo e monitoraggio della finanza pubblica e di razionalizzazione ed efficientamento dell'amministrazione pubblica.

Normativa dal 2015 al 2017

Articolo 1, commi 512 e 515 della Legge 28 dicembre 2015, n. 208, recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato", la quale, nel razionalizzare gli acquisti di beni e servizi informatici della PA, ha stabilito che gli obiettivi di risparmio introdotti si intendano al netto della spesa effettuata tramite la società di cui all'articolo 83, comma 15, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133.

Articolo 3, commi 7 e 8 del Decreto Legge 3 maggio 2016, n. 59, recante "Disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive e concorsuali, nonché a favore degli investitori in banche in liquidazione" (G.U. 3 maggio 2016, n. 102), il quale ha previsto la facoltà per il Ministero della Giustizia di avvalersi della Società di cui all'articolo 83, comma 15, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112  per realizzare il Registro delle procedure di espropriazione forzata immobiliari, delle procedure di insolvenza e degli strumenti di gestione della crisi.

Articolo 18 della Legge 7 agosto 2015, n. 124, recante "Riordino della disciplina delle partecipazioni societarie delle amministrazioni pubbliche" e decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175, recante "Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica" (G.U. 8 settembre 2016, n. 210), come integrato dal decreto legislativo 16 giugno 2017, n. 100 (G.U. 26 giugno 2017, n. 147).

Articolo 61 del Decreto Legislativo 26 agosto 2016, n. 179, recante "Modifiche ed integrazioni al Codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, ai sensi dell'articolo 1 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche" (G.U. 13 settembre 2016, n. 214), il quale modificando l'art. 33-septies del decreto legge 18 ottobre 2012 n. 179 prevede che "la Società di cui all'articolo 83, comma 15, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133" realizza uno dei poli strategici per l'attuazione e la conduzione dei progetti e la gestione dei dati, delle applicazioni e delle infrastrutture delle amministrazioni centrali di interesse nazionale previsti dal piano triennale di cui al comma 4 del medesimo articolo.

Articolo 63 del Decreto Legislativo 26 agosto 2016, n. 179, recante "Modifiche ed integrazioni al Codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, ai sensi dell'articolo 1 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche" (G.U. 13 settembre 2016, n. 214), il quale ha attribuito al Commissario Straordinario per l'attuazione dell'Agenda Digitale un ruolo di impulso e coordinamento operativo dei soggetti pubblici anche in forma societaria operanti nel settore delle tecnologie dell'informatica e della comunicazione e rilevanti per l'attuazione degli obiettivi di cui all'Agenda digitale italiana.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 15 settembre 2016, n. 187, recante "Regolamento recante i criteri e le modalità di attribuzione e di utilizzo della Carta elettronica, prevista dall'articolo 1, comma 979, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 e successive modificazioni" (G.U. 17 ottobre 2016, n. 243), il quale designa SOGEI - Società generale d'informatica S.p.a. fra i soggetti responsabili per la realizzazione della Carta.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 novembre 2016, recante "Disciplina delle modalità di assegnazione e utilizzo della Carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado" (G.U. 1° dicembre 2016, n. 281), il quale designa SOGEI - Società Generale d'Informatica S.p.A. fra i soggetti responsabili per la realizzazione della Carta.

Articolo 11 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 febbraio 2017, recante "Indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica nazionali" (G.U. 13 aprile 2017, n. 87), il quale, nel definire l'architettura istituzionale deputata alla protezione cibernetica e alla sicurezza informatica nazionali, ha attribuito agli operatori che gestiscono infrastrutture critiche di rilievo nazionale degli obblighi di informazione, compliance e collaborazione nella gestione delle crisi cibernetiche.

Art. 1 comma 928 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 - recante "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020" - il quale, al fine di garantire la disponibilità di professionalità necessarie a supportare il piano di innovazione tecnologica da realizzare per l'incremento e il potenziamento del contrasto all'evasione e all'elusione fiscale ed il monitoraggio della spesa pubblica, prevede che "alla Società di cui all'articolo 83, comma 15, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133", non si applicano le disposizioni inerenti a vincoli e limiti assunzionali, di incentivazione all'esodo del personale e di gestione del rapporto di lavoro, ivi compresi quelli previsti dal testo unico di cui al Decreto Legislativo 19 agosto 2016, n. 175, nel rispetto delle direttive del controllo analogo esercitato dall'Amministrazione finanziaria. Resta fermo il concorso della Società agli obiettivi di finanza pubblica ai sensi della normativa vigente.

Art. 1 comma 1126 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 - recante "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020" - il quale, al fine di garantire la continuità operativa e gestionale necessaria per il conseguimento degli obiettivi strategici relativi alle attività informatiche riservate allo Stato ai sensi del decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 414, e successivi provvedimenti di attuazione, proroga gli istituti contrattuali che disciplinano il rapporto di servizio tra il Ministero dell' Economia e delle Finanze e "la Società di cui all'art. 59 del Decreto Legislativo 30 luglio 1999, n. 300" fino al completamento delle procedure in corso per la stipula del nuovo atto regolativo.