Gestione pagamento ritenute

Cos'è

Come noto il D.L. 26 ottobre 2019 convertito, con modificazione, dalla Legge n. 157/2019 ha disposto misure urgenti in materia fiscale in tema di ritenute e compensazioni in appalti e subappalti ed estensione del regime del reverse charge per il contrasto dell'illecita somministrazione di manodopera.

In particolare, l'articolo 4, della citata normativa , prevede che i soggetti che affidano il compimento di una o  più  opere  o  di  uno  o  più servizi di importo complessivo  annuo  superiore  a  euro  200.000  a un'impresa, tramite contratti di appalto, subappalto,  affidamento  a soggetti  consorziati  o  rapporti  negoziali comunque denominati caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente  con  l'utilizzo  di  beni  strumentali  di proprietà di quest'ultimo  o  ad  esso  riconducibili  in  qualunque forma,  sono  tenuti  a   richiedere   all'impresa   appaltatrice   o affidataria e alle imprese subappaltatrici, obbligate a  rilasciarle, copia  delle  deleghe  di  pagamento  relative  al  versamento  delle ritenute trattenute  dall'impresa appaltatrice  o  affidataria  e  dalle  imprese  subappaltatrici   ai lavoratori direttamente impiegati nell'esecuzione  dell'opera  o  del servizio. Il versamento delle ritenute di cui al periodo precedente è effettuato dall'impresa appaltatrice o affidataria e dall'impresa subappaltatrice, con distinte deleghe per ciascun committente, senza possibilità di compensazione.

Come fare

Al fine di adempiere a quanto previsto dalla normativa in questione, si richiede, per tutti i contratti stipulati con la scrivente e che rientrano in tale ambito, la trasmissione della certificazione rilasciata dall'Agenzia delle entrate che attesta la presenza dei requisiti necessari per la non applicazione di tali obblighi (art. 4 comma 5). Questo documento va trasmesso in formato PDF/A.

Qualora la Società non sia in possesso di tale certificazione, si richiede, per tutti i contratti stipulati con la scrivente e che rientrano in tale ambito, la trasmissione mensile, entro 5 giorni lavorativi successivi alla data di scadenza del versamento delle ritenute fiscali, della seguente documentazione:

  • copia delle deleghe di pagamento delle ritenute effettuate sui redditi da lavoro dipendente nel mese di riferimento per il personale che ha svolto attività lavorativa attribuibile alla commessa Sogei; Questo documento va trasmesso in formato PDF/A e dovrà essere nominato "F24 + denominazione del fornitore":
  • idonea dichiarazione rilasciata ai sensi dell'articolo 46 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000, contenente un elenco nominativo di tutti i lavoratori, identificati mediante codice fiscale, impiegati nel  mese precedente direttamente nell'esecuzione di opere o  servizi  affidati dal committente, con il dettaglio delle ore  di  lavoro  prestate  da ciascun percipiente in esecuzione dell'opera o del servizio affidato, l'ammontare della retribuzione corrisposta al dipendente collegata  a tale prestazione e il dettaglio delle ritenute fiscali  eseguite  nel mese precedente  nei  confronti  di  tale  lavoratore,  con  separata indicazione  di  quelle  relative  alla  prestazione   affidata   dal committente. Tali informazioni vanno trasmesse, allegate alla dichiarazione,  utilizzando il prospetto Excel di seguito disponibile per ciascun contratto di appalto. 
 

Resta inteso che, in adempimento a quanto previsto dall'articolo 4, comma 3, della  suddetta normativa,  nel caso di inottemperanza all'obbligo di trasmissione alla scrivente delle deleghe di pagamento o delle informazioni relative ai lavoratori impiegati,  ovvero risulti l'omesso o insufficiente versamento delle ritenute fiscali, rispetto ai dati risultanti dalla documentazione trasmessa, la Sogei provvederà a sospendere il pagamento di quanto dovuto fino alla data di effettivo e corretto versamento dandone comunicazione all'Agenzia delle Entrate.

Tutta la documentazione deve essere trasmessa alla casella di posta elettronica certificata protocollosogei@pec.sogei.it specificando, nell'oggetto della  e-mail, il testo "Dichiarazione pagamenti ritenute Legge n.157/2019" nonché la denominazione del fornitore affidatario.