Audizione Sogei in Commissione Finanze e Tesoro del Senato

 
Logo Senato della Repubblica

La Commissione Finanze e Tesoro del Senato, presieduta dal Sen. Alberto Bagnai ha audito questa mattina l'Amministratore Delegato di Sogei, Andrea Quacivi nell'ambito dell'Indagine conoscitiva sul processo di semplificazione del sistema tributario e del rapporto tra contribuenti e fisco.

L'Ad ha fornito inizialmente ai senatori un'ampia panoramica del modello contrattuale e operativo dell'Azienda, sottolineando come gli oltre quarant'anni di esperienza in campo fiscale ed economico e le competenze IT rendono Sogei una risorsa unica per lo Stato. "Negli ultimi 10 anni - ha dichiarato Quacivi - abbiamo riversato oltre 300 milioni di utili allo Stato e stiamo investendo molto in competenze (250 neoassunti negli ultimi 2 anni e altri 100 nel prossimo biennio) e tecnologie (106 milioni di euro negli ultimi 3 anni in autofinanziamento) per rispondere velocemente ai rapidi cambiamenti del mondo digitale e informatico".

I dati, gli asset e le competenze costituiscono un driver che consente alla Società di affrontare le sfide dell'ICT, nel pieno rispetto di tutte le misure di sicurezza e protezione garantite attraverso un sistema di governo centralizzato.

Numerosi sono stati i progetti e i servizi descritti nel corso del suo intervento.

In ambito di 730 precompilato, Sogei ha predisposto quest'anno 59 milioni di dichiarazioni e, a fronte delle 2,3 milioni di dichiarazioni già inviate, ne sono attese in totale 36 milioni. Dichiarazioni che quest'anno contengono una maggiore quantità di dati già inseriti e personalizzati per ogni utente.

Un altro grande tema è la fatturazione elettronica: il progetto ha raggiunto pienamente l'obiettivo grazie alla sinergia tra tutti gli attori coinvolti (imprese, professionisti e software house) e pochi giorni fa è stato superato 1 miliardo di fatture transitate sullo SdI.

Quacivi ha poi ricordato la recente realizzazione del progetto ISA (Indici sintetici di Affidabilità fiscale) in stretta collaborazione con l'Agenzia delle Entrate e Sose e finalizzato a una sempre maggiore "tax compliance". Si tratta di un software "Il Tuo Isa" che l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione di 4 milioni di contribuenti e che sostituisce gli Studi di settore. Lo strumento si basa sull'affidabilità fiscale dei soggetti che possono oggi interpretare gli indicatori economici della propria impresa per migliorare il business e le performance, fino alla possibilità di accedere ad un regime premiale (ISA maggiore di 8 in una scala da 1 a 10).

Successivamente, l'Ad ha sottolineato l'impegno di Sogei nel mondo della Sanità (il Sistema Tessera Sanitaria copre oggi 60 milioni di assistiti tra ricette elettroniche, certificati di malattia e tutti gli altri elementi che confluiscono poi nella dichiarazione dei redditi precompilata), delle Dogane e del Gioco pubblico.

Un focus particolare è stato rivolto alle piattaforme abilitanti nazionali che gestisce Sogei e su cui poggiano i servizi digitali rivolti a cittadini e imprese: NoiPA (2 milioni di utenti e 1,8 milioni di cedolini mensili) e ANPR (oltre 2.400 comuni subentrati per un totale di 24,6 milioni di cittadini), piattaforma che ha enormi potenzialità future, potendo gestire anche lo stato civile - tutti i "civic moment" - dei cittadini, le politiche attive sulla famiglia e i flussi migratori interni ed esterni al Paese.

Quacivi ha infine illustrato il Piano Strategico triennale condiviso prima dell'approvazione definitiva con Azionista e Clienti sottolineando che "la mission di Sogei è rendere più semplice la vita dei cittadini in partnership con le Istituzioni e i Clienti per la modernizzazione dei processi del Sistema Paese. Stiamo concentrando la nostra massima attenzione sui dipendenti affinchè siano fortemente ingaggiati nel rendere un elevato servizio al Paese, ma stiamo anche analizzando i nostri servizi e piattaforme per capire come poterli ulteriormente migliorare e semplificare". 

L'Ad ha anche ribadito come sia strategico il percorso di evoluzione e cambiamento in atto in Azienda (riassunto con il motto "Innovarsi per Innovare") al fine di poter realizzare nei tempi previsti i 12 cantieri e i 42 progetti del Piano industriale.

E' seguito un approfondito dibattito su alcuni dei principali temi trattati e l'audizione si è conclusa con l'apprezzamento da parte del Presidente e dei componenti della Commissione per le elevate competenze professionali di cui dispone l'Azienda e per il grande lavoro svolto al servizio del Paese che consente di ottenere risultati e riconoscimenti anche in ambito internazionale.

 

04/07/2019