Comunicato stampa del 16 dicembre 2019


OpenCUP: in tre anni sulla piattaforma i dati su 3,3 milioni di interventi pubblici e 2,2 milioni di incentivi


 
 

Nel pomeriggio, visita in Sogei dell'On. Giancarlo Giorgetti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri dove ha incontrato il Presidente Biagio Mazzotta, l'Amministratore delegato Andrea Quacivi e il top management dell'Azienda.

Si è trattato di una importante occasione di confronto sui temi della trasformazione digitale, sul ruolo dell'Azienda e degli importanti progetti gestiti. Partecipata al 100% e partner tecnologico del MEF, Sogei da oltre quarant'anni è al servizio delle Istituzioni e dei propri Clienti, con l'obiettivo di contribuire alla modernizzazione e alla digitalizzazione del Sistema Paese.

Presentando il nuovo Piano industriale al Sottosegretario, Andrea Quacivi ha sottolineato come Sogei: "...attraverso una rinnovata vision aziendale basata sul principio dell'"Innovarsi per innovare", intenda interpretare il ruolo di abilitatore di quel cambiamento e di quella crescita digitale di cui il Paese ha bisogno. Sogei - ha concluso Quacivi - vuole mantenere e sviluppare la propria attitudine ad operare in scenari sempre più mutevoli e competitivi, mantenendo un focus centrale sugli obiettivi di efficienza dei Clienti e della PA e sulle richieste di qualità dei servizi che provengono dai Cittadini. L'Italia è in ritardo nei processi di digitalizzazione e questo penalizza, purtroppo, il nostro Paese, la nostra crescita e la nostra competitività. La PA sia centrale che locale deve abilitare progetti strategici di cambiamento che consentano con una adeguata e qualificata domanda sul mercato digitale un sostenuto recupero di PIL digitale".

Il Sottosegretario Giorgetti, ha mostrato apprezzamento per le soluzioni di Sogei in tutti i suoi attuali ambiti operativi, riconoscendo nell'azienda una risorsa unica per il Paese in grado di contribuire allo sviluppo di una PA moderna, digitale e pronta a sostenere competitività e crescita, proteggendo i dati dei cittadini italiani.


Roma, 6 giugno 2019