Sogei partecipa alla Conferenza Nazionale "Sicurezza e Legalità"

 

Si è svolta a Napoli, dal 16 al 18 novembre la  "Conferenza Nazionale della sicurezza e legalità", organizzata dalla Regione Campania con la Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo e con l'Eurispes (Istituto di Studi Politici Economici e Sociali).

L'evento, dopo la giornata di apertura con gli interventi dei rappresentanti del Governo e del Presidente della Regione Campania, ha visto la partecipazione di esperti nazionali e internazionali a gruppi di lavoro su temi specifici, attinenti ai vari aspetti della sicurezza e della legalità.

Sogei è stata rappresentata dall'Amministratore delegato Andrea Quacivi, che ha partecipato al Tavolo di lavoro tematico "Cyber-security". Il suo intervento è stato centrato sul ruolo che la nostra Azienda riveste nell'ambito della Pubblica Amministrazione e che richiede il mantenimento dei più elevati standard di qualità e sicurezza delle informazioni e delle infrastrutture a supporto dei servizi che Sogei eroga.

Per questa ragione - ha evidenziato Andrea Quacivi - l'azienda ha da sempre investito sulla cybersecurity, sia in termini di infrastrutture che dal punto di vista organizzativo. In questa ottica, è stato istituito il CERT, che assicura prevenzione e contrasto alle minacce provenienti dallo spazio cibernetico, ed è stata rinnovata la vision aziendale attraverso l'organizzazione della Direzione "Security, Safety & Industrial Relations", cui è affidata la governance della security e del CERT, il presidio di informazioni e privacy, la sicurezza fisica e dei lavoratori.

Un ulteriore importante passo che l'Azienda ha fatto in ambito di cybersecurity è rappresentato dall'avvio di una piattaforma online sulla Cybersecurity Awareness dedicata a tutti i dipendenti, con l'obiettivo di accrescere la conoscenza dei rischi cyber e sensibilizzare sul corretto comportamento da adottare nell'utilizzo degli strumenti aziendali.

Nelle sue conclusioni, l'Amministratore delegato ha sottolineato come la nostra Azienda può, dunque, fornire un contributo di grande valore alla protezione dello spazio cibernetico italiano e allo sviluppo dei servizi digitali del Paese, collaborando con Enti e Amministrazioni per la protezione dei servizi ICT più critici.

 

19/11/2018