Carta Acquisti

 

Cos'è

Per i cittadini che ne fanno domanda e che hanno i requisiti di legge è disponibile una carta elettronica di pagamento (Carta Acquisti), utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare, sanitaria e il pagamento delle bollette della luce e del gas.

La Carta Acquisti vale 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi con 80 euro sulla base degli stanziamenti disponibili.

Cosa facciamo

Al fine di supportare lo svolgimento delle competenze del Dipartimento del Tesoro, ha realizzato il sistema informativo GECA che consente il monitoraggio dell'intero programma Carta Acquisti, fornendo analisi statistiche sia sull'andamento economico del programma, che sulla distribuzione territoriale e sulle ripartizioni di spesa dei beneficiari.

Una componente del sistema consente, inoltre, la visualizzazione della posizione del singolo beneficiario in relazione alle richieste, lo stato delle stesse, le disposizioni di accredito ricevute e le transazioni effettuate con la carta.

E' stato inoltre realizzato un sistema conoscitivo che integra le informazioni inviate da Poste ed Inps relativamente alla Carta Acquisti.

L'art.81, comma 32 del decreto legge 25 giugno 2008 n112, e successivi interventi normativi, prevede la gestione del Programma Carta Acquisti e la disposizione di fondi necessari per lo svolgimento del servizio finanziario.

La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o ai bambini di età inferiore ai tre anni (in questo caso il Titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti.

L'architettura organizzativa del Programma, come definita dal decreto interdipartimentale del 16 settembre 2008, è costituita da:

  • Ministero dell'Economia e delle finanze, in qualità di Amministrazione responsabile, che, d'intesa con il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, disegna il quadro di regole e ne monitora l'attuazione;

  • INPS che, in qualità di Soggetto Attuatore, dà attuazione alle regole;

  • Gestore Poste Italiane S.p.A., che è incaricato del servizio di gestione delle Carte Acquisti.

In particolare, tra gli altri compiti:

  • l'Amministrazione responsabile, d'intesa con il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, definisce le platee dei beneficiari, il sistema di accesso al beneficio e vigila sull'attuazione del Programma;

  • il Soggetto Attuatore, nella fase di richiesta della Carta da parte del cittadino, verifica la rispondenza dei requisiti in possesso dei richiedenti con quelli stabiliti dalla normativa, e in caso di esito positivo dà disposizione di concessione del beneficio; nella fase successiva, verifica il mantenimento da parte dei beneficiari di tali requisiti e in caso contrario dà disposizione di revoca del beneficio;

  • il Gestore del servizio riceve le richieste e ne verifica la conformità, emette le Carte Acquisti, esegue gli accrediti periodici e/o l'eventuale disattivazione delle Carte, sulla base delle disposizioni del Soggetto Attuatore; inoltre fornisce informazioni al pubblico.