Sogei al convegno "Evoluzione digitale nella Pubblica Amministrazione"

 
 

Il dibattito fra alcuni dei nomi più significativi della Pubblica Amministrazione, questo è stato il convegno "Evoluzione digitale nella Pubblica Amministrazione"  che si è tenuto ieri a Chieti, presso l'Auditorium dell'Università degli Studi "Gabriele D'Annunzio".
 
L'evento, organizzato dall'Arma dei Carabinieri, è stato centrato sulla presentazione del Protocollo di intesa firmato nel luglio scorso da Arma dei Carabinieri, LUISS e SOGEI, volto a promuovere attività di ricerca e condivisione della conoscenza tecnologica per la gestione dei sistemi informatici amministrativi e lo sviluppo di progetti tecnologici nella PA. Fra i temi approfonditi, il valore e la centralità dei dati digitali con un focus sull'evoluzione normativa e le best practice sviluppate nell'innovazione del mondo digitale della PA.
 
Il convegno si è svolto alla presenza del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia. Tra gli illustri relatori, il Rettore della LUISS Guido Carli, Paola Severino, il Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, il Direttore Generale dell'INPS Gabriella Di Michele, il Direttore Generale dell'AGID Antonio Samaritani,  il Vice Presidente del CSM, Giovanni Legnini, il Procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia, Giovanni Russo, i Rettori delle Università di Chieti-Pescara, Teramo e L'Aquila, Sergio Caputi, Luciano D'Amico e Paola Inverardi,  l'Amministratore delegato di Sogei, dott. Andrea Quacivi, e l'ing. Paolino Iorio, responsabile della Direzione Infrastrutture Impianti e Innovazione di Sogei.
 
Nella sessione dedicata alla presentazione del Masterplan del Protocollo di intesa, l'ing. Iorio ha illustrato nel dettaglio gli scenari di sviluppo della trasformazione digitale nella Pubblica Amministrazione, descrivendo le capacità di Data Center Governance di Sogei ed evidenziando come la trasformazione digitale passi attraverso la creazione di una unica banca dati integrata di cui padrone è il Paese. "Siamo in Italia, Paese di eccellenze - sottolinea Iorio -  e innovare deve essere l'ordinario".

L'Amministratore delegato di Sogei, dott. Quacivi, nel suo intervento di chiusura ha ricordato che "la firma del Protocollo rappresenta per Sogei una pagina significativa e importante per la realizzazione di un progetto finalizzato al miglioramento della qualità dei servizi offerti alla Pubblica Amministrazione ". Quacivi ha inoltre sottolineato che "il dato è importante e centrale nell'azione amministrativa e restituisce ai cittadini servizi agili e sicuri, ma il dato in sé, privo di relazioni, senza piattaforme tecnologiche abilitanti e senza il contributo umano, difficilmente potrà essere utilizzato per generare valore. L'elemento che fa la differenza è l'opera umana, l'intervento di nuove professionalità capaci di tradurre i dati in servizi adeguati alle aspettative e alle possibilità che il digitale offre, accompagnate da un reale e necessario cambiamento culturale verso il digitale ".

Leggi il comunicato stampa

 

17/11/2017